Esprimi un desiderio

Esprimi un desiderio - Federica Bariviera

Gilda Bicêtre è felice di inaugurare questa nuova rubrica, young adult, con Esprimi un desiderio di Federica Bariviera. Si tratta d’un Fantasy che abbiamo trovato, per il suo stile, particolarmente originale.

La vicenda ha due scenari principali: l’incantato Regno delle stelle e il pianeta Terra.

Lo stile scelto dall’autrice è molto raffinato poiché sceglie di usare due codici linguisti differenti per narrare le vicende che si svolgono in queste due ambientazioni tanto diverse.

Quando si narrano gli eventi che accadono nel dominio fatato, infatti, l’autrice adotta il tipico stile incantato del fantasy, ma per quanto riguarda i fatti propri della terra, ecco che la sua penna prende in prestito le suggestioni lasciate in eredità, nientemeno, che dalla scuola hard boiled.

Orion riflette. Ha due opzioni: alzare il culo dallo sgabello e darsela a gambe oppure raggiungere il tipo, sentire cosa vuole e posare di nuovo il culo sullo sgabello per un altro paio d’ore. Opta per la seconda perché non ha voglia di mettersi a correre

Si toglie le scarpe, piega il braccio avvicinando la pistola al volto e, dopo aver schiuso delicatamente la porta, si intrufola di soppiatto nell’appartamento. Il braccio con il quale regge l’arma sobbalza, ma lei non lascia andare la pistola e anzi stringe più forte le dita attorno all’impugnatura: un uomo, che nella penombra dell’appartamento non riesce a mettere a fuoco, allunga un braccio e accende la lampada di carta accanto al divano, quello nel quale è seduto con una nonchalance invidiabile, lo stesso che lei spesso e volentieri usa come letto.

L’effetto che ne deriva conferisce all’intero romanzo un’andatura di grande vivacità che non stanca mai e che fa desiderare al lettore di tornare al più presto in questo o quell’altro mondo, grazie anche ai frequenti colpi di scena.

Esprimi un desiderio - Federica Bariviera
L’autrice Federica Bariviera

La trama di Esprimi un desiderio non è semplicissima, soprattutto è difficile da esporre senza incorrere in spiacevoli anticipazioni, con il conseguente rischio di svelare troppo.

A grandi linee potremmo dire che esiste un mondo in cui le stelle s’affannano per realizzare i desideri degli esseri umani. Attenzione, però: da ogni sogno esaudito esse traggono luce. Una luce di cui gli astri stessi si nutrono.

Più importante è il desiderio realizzato, maggiore sarà la quantità di energia che i corpi celesti ne trarranno.

Per il Regno, tuttavia, i tempi non sono dei migliori.

La luce scarseggia.

Gli esseri umani non solo hanno smesso di credere che gli astri abbiano la capacità di esaudire i loro sogni, ma, soprattutto esprimono desideri sempre più futili, pertanto forieri di poco nutrimento per le stelle.

Il messaggio non è da poco.

È come se l’autrice ci avvisasse che i desideri servono a noi, tanto quanto noi serviamo ai desideri.

Non solo: ci pare di scorgere anche una velata denuncia a questo nostro sistema consumistico.

Nel frattempo, proprio nel momento di maggior debolezza, una terribile minaccia arriva dal più oscuro dei mondi paralleli.

La protagonista umana, Casey, è una giovane detective che lavora nella squadra omicidi d’una non ben identificata città, presumibilmente statunitense.

Reduce da un’infanzia tristissima, è riuscita a farsi strada, ma la sua psiche ne è rimasta turbata e la giovane donna non riesce a trovare un vero equilibrio interiore.

Viene da una famiglia, infatti, in cui una madre, troppo addolorata dalla precoce morte del marito, intesse relazioni con uomini sbagliati, a volte personaggi violenti che finiscono col picchiare anche la sua bambina.

Suo amico del cuore è Kyle, studente in veterinaria, conosciuto molti anni prima e in circostanze misteriose.

Più complessi e vari sono i tratti caratteristici delle Stelle che, in taluni casi, assumono sembianze umane per intervenire in maniera diretta tra i terrestri.

Incontriamo, così Kilo, fanciullo-stella, promettente allievo presso l’Accademia della Luce che, avventatamente ma per un nobile motivo, si reca sulla terra senza permesso.

Stelle cadenti
Un desiderio di fronte alle stelle cadenti.

Ci imbattiamo poi nel protagonista maschile, Orion che, da tempo immemore in missione sulla terra, ha acquisito i modi bruschi e un po’ strafottenti d’un novello Philip Marlowe.

E non bisogna perdere di vista Nash che è la prima stella tra gli umani a palesarsi.

Nel Regno delle stelle, invece, conosceremo la dolce e determinata Regina Azhea, Castor, sua fida guardia del corpo, la giovane Nova, innamorata segretamente di Kio, Elara, la preside dell’Accademia nonché membro del Supremo Consiglio, il saggio Saros, e, per finire, la piccola sorellina di Kio, gravemente malata.

Per concludere possiamo dire di trovarci di fronte a un’opera che veicola, sotto l’apparente leggerezza di un mondo fantastico, temi di grande importanza: la violenza sulle donne, madri che abbandonano figli al proprio destino, umani abituati ad avere troppo, perdite precoci di figure fondamentali.

Sono argomenti questi che conosciamo bene, per esperienza diretta o per i tristi fatti di cronaca cui ormai ci stiamo pericolosamente abituando.

Forse, allora, abbiamo fatto male ad inserire Esprimi un desiderio nella categoria young adult.

Probabilmente è un libro che piacerebbe a tutti.

Esprimi un desiderio - Copertina

ESPRIMI UN DESIDERIO

Federica Bariviera
ChiPiùNeArt Edizioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *